Post sisma, si accende l’albero più in alto. Impianti pronti: la neve è in arrivo – VIDEO

Si accende tra la nebbia della fredda domenica dell’Immacolata l’albero di Natale più in alto delle Marche a 1400 metri di quota, a Pintura di Bolognola. Le nubi si diradano e appare lo spettacolo luminoso, mentre scende Babbo Natale dalla montagna per incontrare i bambini.

L’albero più alto delle Marche è stato acceso a Bolognola

Si accende tra la nebbia della fredda domenica dell’Immacolata l’albero di Natale più in alto delle Marche a 1400 metri di quota, a Pintura di Bolognola, realizzato dalla Pro Loco del paese. Le nubi si diradano e appare lo spettacolo luminoso, mentre scende Babbo Natale dalla montagna per incontrare i bambini. Nel comune più piccolo del “cratere”, dopo tre anni dal sisma, tra impianti sciistici pronti ad accogliere gli amanti della neve, i rientri dei residenti e novità ricettive, la ripartenza è avviata. 

Dopo la consegna degli appartamenti in sostituzione delle soluzioni abitative di emergenza la scorsa settimana, con il rientro di dieci famiglie, la sindaca Cristina Gentili sindaco annuncia anche la conclusione dei lavori per i bagni pubblici in paese, i cui lavori sono stati eseguiti grazie agli sms solidali.  A Bolognola i residenti sono addirittura aumentati dopo il sisma, con la nascita di alcuni bimbi. Una delle fortune del piccolo comune nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini è stata non interrompere nei tre anni di sisma l’attività degli impianti sciistici a Pintura, la frazione graziata dal terremoto, con danni limitati a infrastrutture ed edifici.  

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response