Giovane irlandese muore annegata: il questore chiude la discoteca al porto per 20 giorni – VIDEO

Dopo la morte della trentenne irlandese Mairead Breffni O’Connor, annegata al porto di Ancona nella notte del 23 novembre, arriva la decisione del questore Cracovia che ha disposto la chiusura per venti giorni del Rio Club, la discoteca di Marina Dorica.

LA CRONACA DEL 23 NOVEMBRE NEL SERVIZIO DI LUCIO CRISTINO

ANCONA – Dopo la morte della trentenne irlandese Mairead Breffni O’Connor, annegata al porto di Ancona nella notte del 23 novembre, arriva la decisione del questore Cracovia che ha disposto la chiusura per venti giorni del Rio Club, la discoteca di Marina Dorica. Il provvedimento è stato emesso dopo le indagini della Squadra Mobile guidata dal dott Carlo Pinto: gli investigatori hanno accertato come al bar, dove la ragazza aveva trascorso la parte finale serata, le fossero state servite bevande alcoliche, nonostante la giovane steward fosse già entrata in evidente stato di ubriachezza. La chiusura forzata per venti giorni rientra nell’articolo 100 del testo unico delle leggi sulla pubblica sicurezza.

Una notte esuberante finita in tragedia. Mairead, trentenne irlandese, era membro dell’equipaggio di Iman, super yacht di lusso da 59 metri e quasi 1000 tonnellate costruito nel 2008 e battente bandiera delle Isole Cayman: era partito da Venezia, dopo aver fatto tappa ad Antibes e Cannes ad agosto, e da qualche giorno era ormeggiato nello specchio d’acqua davanti al cantiere della Isa-Palumbo, fermo ai box per una revisione e la sostituzione di alcune componenti del motore. Con i colleghi si era concessa una serata di svago. Era tornata da sola in nave dopo la notte in discoteca. Un passo falso, annebbiata dall’alcol, le è costato la vita: è scivolata dalla passerella ed è caduta nell’acqua gelida, annegando tragicamente.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response