Crisi Berloni, “Attivati i canali diplomatici con Taiwan”

Dopo l’annuncio di messa in liquidazione della storica azienda del mobile del pesarese la sottosegretaria al ministero dello Sviluppo Economico Alessia Morani annuncia di avviato un dialogo con Taiwan. A rischio 85 posti di lavoro e l’indotto.

PESARO – Dopo l’annuncio di messa in liquidazione della storica azienda del mobile del pesarese la sottosegretaria al ministero dello Sviluppo Economico Alessia Morani annuncia di avviato un dialogo con Taiwan. A rischio 85 posti di lavoro e l’indotto.

Dopo la missiva del sindaco di Pesaro Matteo Ricci scrive Morani: “Abbiamo immediatamente attivato i canali diplomatici del Ministero dello Sviluppo Economico con Taiwan. Tentiamo questa soluzione con la consapevolezza che la questione è molto complessa e di difficile soluzione trattandosi di soci privati e non di una azienda di Stato. A prescindere comunque dall’esito di questo intervento, il Mise è a disposizione dei lavoratori, dei sindacati e delle autorità locali per provare a dare una soluzione a questa crisi”.

Il lavoro, un’altra tegola sulle Marche. In liquidazione la Berloni di Pesaro: “una decisione inattesa che lascia di stucco tutti, maestranze, sindacati, fornitori, istituzioni e che crea un ulteriore tavolo di crisi in un distretto come quello del mobile e arredamento, che soffre già da anni una crisi senza precedenti, dice la Cna di Pesaro Urbino.  “La crisi della Berloni è un vero fulmine a ciel sereno. La Regione farà la sua parte per le necessità che ci verranno rappresentate”. È il commento del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. “Un marchio storico della regione – ricorda – che ha contribuito a rafforzare nel mondo il Made in Italy e il Made in Marche, simbolo di una produzione di qualità e altamente qualificata”. Il sindaco di Pesaro Matteo Ricci ieri ha raggiunto gli 85 dipendenti in picchetto davanti allo stabilimento: “Notizia inaspettata in verità non legata alla produzione. L’azienda stava andando meglio, era riuscita ad alzare di nuovo la testa dopo anni di difficoltà”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response