Maltempo, inizia la conta dei danni nelle Marche – VIDEO

ANCONA – I sindaci di Montemarciano e Porto Sant’Elpidio, Damiano Bartozzi e Nazareno Franchellucci, a Palazzo Raffaello nel pomeriggio per segnalare al presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, i danni causati dalle mareggiate della scorsa settimana e chiedere lo stato di emergenza.

Oltre a ciò le due delegazioni hanno chiesto anche delucidazioni sugli interventi infrastrutturali già programmati nelle due città. A riguardo il Presidente Ceriscioli ha anticipato che: “Il nuovo Piano regionale della costa andrà in Consiglio il prossimo 28 novembre o il 6 dicembre e consentirà di realizzare barriere emerse e non più solo le soffolte della vecchia programmazione”. Dalla data di approvazione poi si potranno presentare anche i progetti per le barriere.

Ma anche i comuni di Fano, Porto Recanati e San Benedetto del Tronto in questi giorni stanno rendicontando i danni subiti a causa delle mareggiate che hanno invaso strade, chalet e scantinati. I dati ha precisato il presidente Ceriscioli dovranno essere caricati sulla piattaforma telematica predisposta (Rendis – Repertorio nazionale degli interventi pe la difesa del suolo).

Questo servirà infatti a sostenere la richiesta dello stato di calamità ed emergenza anche per le Marche, che stanno facendo i conti con l’ondata di maltempo che ha flagellato l’Italia facendo esondare fiumi in Emilia Romagna e tremare Firenze per l’alto livello raggiunto dall’Arno. Il conteggio finale però sarà certo meno salato dei milioni di danni che si contano a Venezia e Matera.

Leave a Response