Costa in ginocchio. Mareggiate e allagamenti. Rabbia e danni – VIDEO

ANCONA – Da Marina di Montemarciano e Porto d’Ascoli. L’intera costa marchigiana sferzata da maltempo, mareggiate e allagamenti. Danni un pò ovunque che riaprono la piaga della fragilità del nostro litorale.

A Porto Sant’Elpidio, dove il mare è arrivato ad invadere la pista ciclabile e la carreggiata. Intaccati anche in questo caso gli stabilimenti balneari. Scene analoghe lungo la costa maceratese a Porto Recanati, dove il mare ha mangiato parte della strada nella zona di Scossicci.

A Porto Potenza Picena e a Civitanova Marche invece l’acqua ha trascinato detriti sulle spiagge e sulle piste ciclabili. A sud, a San Benedetto e Porto d’Ascoli mare in tempesta dalla serata di martedì, poi in mattinata il risveglio con diversi chalet invasi dall’acqua. Alla foce dell’Albula gli scogli non sono stati sufficienti ad arginare la furia del mare che ha lasciato detriti ovunque. Operai al lavoro, il sindaco Piunti sul posto.

A Marina di Montemarciano la forza del mare, più alto di circa un metro e che non accenna a placarsi, arriva a lambire le case. Rami, tronchi, ghiaia e rifiuti di ogni genere sono stati portati ovunque dalle correnti. Operai sono al lavoro dalle 7 per ripristinare la viabilità. Gravi danni anche agli stabilimenti balneari invasi dall’acqua. C’è rabbia tra residenti ed esercenti per i lavori alle scogliere mai partiti.

Leave a Response