“Io, disabile e solo al lavoro”: la storia di Daniele, con lieto fine – VIDEO

ANCONA – Il terzo piano di Villa Maria, costola del Pediatrico Salesi di Ancona, ha uffici bui e vuoti e corridoi silenziosi. Solo percorrendoli si arriva a Daniele.

Lui è l’unico lavoratore, solo soletto in una stanza tutta per sé. Il problema è che Daniele si può muovere esclusivamente sulla propria sedia a rotelle. Un problema non di poco conto dunque il fatto di essere rimasto solo, senza aiuti di colleghi e colleghe, e non poter essere del tutto indipendente.

Daniele tutte le mattine è accompagnato da mamma Mara alle 8 per l’entrata in ufficio e alle 13 per il ritorno a casa.

L’ufficio Urp in cui lavora, Daniele aggiorna i database e cura la parte grafica delle comunicazioni, è legato alla Direzione Sanitaria che è stata trasferita in una palazzina di fronte al Salesi in attesa che si completino i lavori del nuovo pediatrico a Torrette. In quella palazzina però Daniele non può accedervi, ci sono solo scale. Così è rimasto a Villa Maria.

Nel pomeriggio di oggi (mercoledì 6 novembre) la buona notizia: la Direzione Generale ha comunicato ufficialmente a Daniele che potrà trasferirsi al primo piano di Villa Maria in un ufficio a fianco alla Fondazione Salesi.

Leave a Response