Autovelox Falconara,al giudice la valutazione dell’ipotesi di illegittimità

FALCONARA – Si avvicina la resa dei conti per gli automobilisti multati per eccesso di velocità dall’autovelox installato a Falconara, sul cavalcavia della variante, lungo la SS16 in direzione Ancona. Sono stati infatti depositati i primi ricorsi per le circa 34mila multe emesse dallo strumento, per cui è stato disposto lo spegnimento a fine ottobre.

La decisione, presa al termine di una riunione in prefettura ad Ancona a cui ha partecipato anche il Sindaco di Falconara, è stata dettata dall’esigenza di ulteriori verifiche tecniche sulla distanza del posizionamento del segnale di limite di velocità.

Uno dei nodi su cui infatti insiste la presunta illegittimità dell’autovelox, sostenuta dall’Avvocato Italo D’Angelo, consulente legale dell’Acu Marche a cui si sono rivolti alcuni degli automobilisti multati, è proprio la distanza inferiore al chilometro tra il segnale che impone il limite di velocità e lo strumento.

A questo si aggiungono anche l’ampio tratto interessato, la scarsa visibilità della segnaletica, ma soprattutto il fatto che stando alla circolare Minniti del 2017, il tratto dove è consentita l’installazione del Velocar deve essere quello con la maggiore sinistrosità.

Tutti aspetti che dovranno essere valutati dal giudice competente nel corso delle prime udienze, per cui si ipotizza come data l’inizio del mese di dicembre.
Bisognerà infatti attendere una sentenza inappellabile per poter dichiarare ufficialmente illegittimo l’autovelox che da settembre, quando sono cominciate ad arrivare le prime sanzioni emesse, è diventato l’incubo degli automobilisti.

Leave a Response