Degrado, droga e alcool: il questore chiude un bar della Palombella

Il questore di Ancona Claudio Cracovia ha firmato un provvedimento di chiusura per quindici giorni nei confronti di un bar della Palombella ad Ancona che era stato controllato e monitorato negli ultimi mesi dalla Polizia di Stato.

ANCONA – Il questore di Ancona Claudio Cracovia ha firmato un provvedimento di chiusura per quindici giorni nei confronti di un bar della Palombella ad Ancona che era stato controllato e monitorato negli ultimi mesi dalla Polizia di Stato.

La chiusura temporanea del locale è stata disposta ai sensi dell’articolo 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, in quanto il locale era diventato il punto di ritrovo di pregiudicati, prostitute, ubriachi, tossicodipendenti e borderline, la cui presenza rappresentava un indice di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, fa sapere la Questura.

Tale situazione creava anche grave disagio alla cittadinanza tanto che erano giunte diverse segnalazioni da parte di cittadini. E così, poco fa (alle ore 17.00, orario di apertura del locale), gli agenti della Divisione Polizia Amministrativa della Questura, coadiuvati dagli agenti delle Volanti, hanno notificato il provvedimento di sospensione ai titolari dell’esercizio, che hanno chiuso l’attività. Con detto provvedimento il Questore Claudio Cracovia ha voluto fornire un’immediata risposta ai cittadini, la cui sicurezza è sempre al primo posto.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response