Regionali 2020, la legge elettorale cambia: “Un inciucio”. “No, voto più trasparente” – VIDEO

Il Consiglio delle polemiche è quello che dà il via libera – 21 i voti favorevoli – alla nuova legge elettorale, che porta dal 34 al 40 % il quorum minimo per ottenere la maggioranza, di 18 consiglieri. Per le minoranze (Lega, Fratelli d’Italia, Ap), che hanno abbandonato l’aula, “un inciucio Pd-Movimento 5 Stelle”.

Guarda il video:

Altro terreno di scontro tra maggioranza e opposizione l’incompatibilità tra le funzioni di consigliere e assessore: il consigliere regionale, una volta nominato assessore, sarà sospeso dalla carica di consigliere.

Voto compatto con le minoranze, invece, sulla doppia preferenza di genere con il limite minimo del 40% di candidature per ciascun genere nelle liste, recependo la legge nazionale del 2016.

Leave a Response