Dopo il rogo allo chalet, la disperazione: “Tanti sacrifici e l’ho visto bruciare pezzo per pezzo” – VIDEO

Dopo le fiamme alte nel buio che hanno distrutto lo Chateau Chateur, chalet sul lungomare tra Marina di Montemarciano e Marzocca di Senigallia, resta la disperazione dei titolari. Ha le lacrime agli occhi Fatima, la moglie del proprietario che dall’estate scorsa aveva ripreso la gestione del locale.

Le immagini e l’intervista

MONTEMARCIANO – Dopo le fiamme alte nel buio che hanno distrutto lo Chateau Chateur, chalet sul lungomare tra Marina di Montemarciano e Marzocca di Senigallia, resta la disperazione dei titolari. Ha le lacrime agli occhi Fatima, la moglie del proprietario che dall’estate scorsa aveva ripreso la gestione del locale. Lo stabilimento balneare al centro della movida estiva aveva chiuso la stagione lo scorso 15 settembre anche per un intervento di routine programmato a cui il proprietario, un cittadino tunisino da tempo in Italia, si è sottoposto. Peraltro è ancora in ospedale, dove gli è arrivata la terribile notizia. “Avevamo chiuso ma venivo a controllare tutti i giorni”, dice Fatima che disperata racconta “ho visto quando veniva costruito e ieri sera l’ho visto bruciare un pezzo alla volta”. Era stato quello un grosso investimento da più di 400 mila euro ed ora emerge che il locale non era assicurato. La moglie lascia intendere di dispetti subìti dal marito in passato: il telone rotto, le gomme dell’auto forate. Dettagli inquietanti che porterebbero le indagini in una certa direzione. Lavorano i Carabinieri della Compagnia di Senigallia, in attesa della relazione tecnica dei Vigili del fuoco che dovrà chiarire le cause dell’incendio. Presente sul posto anche il dirigente del commissariato di Polizia di Senigallia Agostino Licari con il comandante dei Carabinieri Francesca Romana Ruberto e quello della compagnia della stazione di Montemarciano Alessandro Marzano. Il locale è stato posto sotto sequestro: al momento i Vigili del fuoco non possono escludere né la causa accidentale né il dolo.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response