Autovelox cecchino a Falconara, scatta la petizione per rimuoverlo. Emesse 34mila sanzioni – VIDEO

FALCONARA – C’è chi ha deciso di lanciare una petizione online contro l’autovelox installato dal Comune di Falconara lungo la variante alla Statale 16 nella corsia sud e attivo da luglio. La richiesta come si legge nel sito change.org, dove è possibile aderire alla raccolta firme, è quella di rimuovere l’autovelox o in caso non fosse possibile di modificare il limite di velocità, attualmente di 70 km/h. L’obiettivo per il momento è quello di raccogliere 1000 firme da presentare poi all’amministrazione comunale.

In attesa che la petizione vada in porto oppure no, sono già 34mila però le sanzioni emesse.  Tra i multati, il 25 per cento (uno su quattro) viaggiava a una velocità superiore a 86 chilometri orari. Solo un terzo delle sanzioni riguardano persone residenti a Falconara. Il tratto di strada infatti è un nodo viario importante percorso ogni giorno da pendolari e, visto il periodo di attivazione durante le vacanze estive, turisti.

Stando agli ultimi dati però rispetto alle 800 multe dei primi giorni di attivazione, negli ultimi giorni si è scesi a meno di 500. Diversi sono però i cittadini che lamentano di aver ricevuto al momento più di una contravvenzione, chi addirittura su facebook ha scritto di essere arrivato a quota 17 .

L’installazione, ribadisce però l’amministrazione comunale è stata decisa alla luce dell’alto numero di incidenti che si verificano nel tratto di strada tra Falconara e Torrette.

La presenza dell’impianto e il limite di velocità inoltre sono segnalati da due cartelli ben visibili e le persone che sono state sanzionate superavano i 75 chilometri orari, dato che il dispositivo ha una tolleranza di cinque chilometri.

Gli incassi relativi alle sanzioni per eccesso di velocità, come previsto dal Codice della strada, saranno investiti per il 50 per cento nella messa in sicurezza delle strade, mentre il restante 50 per cento, di cui l’amministrazione comunale può scegliere la destinazione, sarà investito in gran parte nella messa in sicurezza delle scuole e in interventi in altre strutture di proprietà comunale.

Leave a Response