Alberi protetti tagliati per la legna lungo il fosso San Fortunato: denunciati due imprenditori agricoli – VIDEO

Alberi tagliati senza alcuna autorizzazione paesaggistica su un’area sottoposta a vincolo. Qui siamo lungo il fosso di San Fortunato: affluente del fiume Misa, nel comune di Serra De’ Conti

Il video dell’intervento dei Carabinieri Forestali

SERRA DE’ CONTI – Alberi tagliati senza alcuna autorizzazione paesaggistica su un’area sottoposta a vincolo. Qui siamo lungo il fosso di San Fortunato: affluente del fiume Misa, nel comune di Serra De Conti. I Carabinieri Forestali hanno scoperto il cantiere che si estende per oltre 750 metri dove i tagli indiscriminati hanno denudato le sponde del corso d’acqua, ponendo l’area a forte rischio erosivo. I militari hanno accertato l’abbattimento di centinaia di alberi tra cui esemplari protetti dalla Legge Forestale Regionale di olmo e acero. In tal senso si procede per furto aggravato di un grosso quantitativo di legna da ardere, essendo quella un’area demaniale. La legna invece è stata portata nei poderi di due imprenditori agricoli. Altri cumuli di legna sarebbero stati pronti per essere trasportati. Tutto il legname tagliato illegalmente ed il cantiere sono stati posti sotto sequestro poi convalidato dalla Procura della Repubblica di Ancona. I due imprenditori sono stati denunciati per esecuzione di opere senza autorizzazione paesaggistica, furto aggravato e ricettazione, e rischiano pene molto severe che prevedono pesanti ammende e reclusione fino a sei anni.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response