Senigallia, al via Diritti al Futuro: le donne e l’omaggio a Camilleri

SENIGALLIA – Mercoledì 11 settembre prenderà avvio, con le iniziative di anteprima della festa, la decima edizione di Diritti al Futuro, in via Carducci a Senigallia (An). Il programma di questa prima giornata offrirà dalle ore 18.00 il dibattito dal titolo: “Generazioni femministe – valori, culture e comportamenti si confrontano”. Gli interventi di Elettra Deianna (Femminista Gruppo del Mercoledì – Roma) e Marianna Lombardi (Spazio Autogestito Arvùltura e Donne contro i Fascismi), introdotti e coordinati da Nausicaa Fileri (Consigliera comunale de La Citta Futura) indagheranno sul tema di come la questione di genere, che vanta una lunga storia e tradizione, possa e debba essere oggi declinata.

Nel corso dell’iniziativa di confronto si cercherà di evidenziare come sia necessario che la cultura femminista non resti emarginata nell’Olimpo delle ideologie, ma possa essere, in un contesto profondamente mutato, rispetto a quello degli anni 60-70, lievito per le trasformazioni verso la parità di genere, di cui anche le società odierne hanno profondamente bisogno. A tal fine saranno messe a confronto le esperienze e le idee di
una rappresentante del femminismo per come esso si è storicamente espresso nel nostro Paese con quelle rappresentate da una giovane esponente della odierna cultura femminista.

Dalle ore 19.30 apriranno gli stand gastronomici, che in attesa della proposta del menù completo dei giorni successivi, offrirà ai presenti, in occasione di questa prima serata di anteprima, la possibilità di mangiare piadine farcite accompagnate da bibite, acqua, vino e birra.

Alle ore 21,15 la serata proseguirà con l’omaggio al maestro Andrea Camilleri, recentemente scomparso. Per l’occasione sarà proiettato il docufilm: “Il maestro senza regole” diretto da Claudio Canepari e Paolo Santolini, con la partecipazione di Luca Zingaretti, Luigi Lo Cascio e Pif. Nel corso del film Andrea Camilleri si racconterà a Teresa Mannino, ripercorrendo la sua vita di maestro, di letterato, di regista, di funzionario Rai, di padre, di marito, di amico, di collega. In questa occasione lo scrittore narrerà anche il suo rapporto con la Sicilia, la sua casa, il suo privato. Ad introdurre l’iniziativa sarà – in rappresentanza di Diritti al Futuro – Marco Lion. Diritti al Futuro, organizzatrice della festa, è un’associazione culturale e politica aperta alla partecipazione di cittadine e cittadini che abbiano a cuore i temi della tutela ambientale e
dello sviluppo sostenibile, dell’inclusione e dell’accoglienza, dei diritti civili, della democrazia e della trasparenza, dello sviluppo economico orientato alla ridistribuzione equa della ricchezza, al rispetto del lavoro, all’interesse collettivo. Diritti al Futuro, fondata dalla lista La Città Futura, dal movimento politico Articolo Uno insieme al contributo di altre singole persone, vuole promuovere l’unità del centrosinistra e i valori della solidarietà, del rispetto delle diversità, della tolleranza e della cittadinanza mondiale, contro le destre e i sovranismi, che fomentano risentimenti, chiusure e rancori.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response