Tribunale di Ancona: “Richiedenti asilo hanno il diritto di iscriversi all’anagrafe”

ANCONA – I richiedenti asilo hanno il diritto di potersi iscrivere all’anagrafe del comune dove sono domiciliati.

Ad affermarlo concretamente è stata una sentenza emessa ieri dalla sezione civile del tribunale di Ancona che aveva preso in carico il caso portato avanti dall’avvocato Paolo Cognini dell’Asgi (Associazione di Studi Giuridici sull’Immigrazione) per conto dell’Ambasciata dei Diritti.

Il legale aveva promosso davanti al tribunale un ricorso cautelare volto a conseguire l’immediata iscrizione anagrafica di un richiedente asilo in possesso di regolare permesso di soggiorno e in Italia dal giugno 2017, che lo scorso marzo si era visto negare l’iscrizione dall’ufficiale del Comune dorico sulla base della normativa vigente.

A conclusione del procedimento, «il giudice – ha fatto sapere in una nota l’Ambasciata dei Diritti – ha disposto l’iscrizione anagrafica del richiedente asilo ed ha contestualmente sollevato una questione di legittimità costituzionale delle norme del D.l. 113/2018, noto anche come Decreto Sicurezza, finalizzate ad impedire l’iscrizione anagrafica dei richiedenti protezione: il giudice ha, infatti, ritenuto che tali norme violino precetti e diritti fondamentali sanciti dalla nostra Carta Costituzionale».

Sentenze del genere, negli ultimi mesi, sono state emesse da altri tribunali italiani.

Leave a Response