Univpm. Nel bilancio 2018 utile di 5 milioni e reputazione crescente – VIDEO

ANCONA – A tre anni dalla laurea la retribuzione media è pari a quasi 1400 euro, il tasso di occupazione dei neo-laureati è dell’89%, il posizionamento nazionale, in base alle indagini di Alma Mater, è nel “cluster” delle università del nord. E il 65% dei laureati trova un lavoro rimanendo nel territorio. L’Università Politecnica delle Marche presenta il suo bilancio 2018.

Un esercizio chiuso con 5 milioni di euro di utile, ma oltre ai numeri c’è di più. C’è la reputazione che consente all’Ateneo di essere tra le prime cinque in Italia secondo il Times Higher Education, tra le prime 100 in Europa e tra le prime 150 tra le Università giovani del mondo.

Milano, Bologna, il nord-est. Contesti facilitati per un laureato che si affaccia al mercato del lavoro. Trovare un’occupazione e uno stipendio medio alto entro i primi cinque anni dal conseguimento della corona d’alloro, fa della Politecnica un’entità che crea valore. Altra medaglia al merito per il rettore Longhi.

Il prossimo 15 luglio via alle immatricolazioni per un Ateneo che già conta oltre 16 mila iscritti. Per loro una tassazione fra le più basse in Italia, circa il 16% con una media di 800 euro a studente, una No tax area fino a 13 mila euro e la cancellazione per studenti con famiglie in difficoltà e per quelli più meritevoli. Da un punto di vista patrimoniale, la Politecnica gode di stabilità con quasi 125 milioni di euro. Mentre nel bilancio il Fondo di Funzionamento Ordinario (FFO) si attesta a quasi 85 milioni.

Leave a Response