Quasi 50 anni vissuti in casa, si cercano risposte per la morte di Luciana, la donna “fantasma” di Apecchio

SERRAVALLE DI CARDA – Sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte di Luciana Simoncelli, la donna di 59 anni morta misteriosamente nella sua casa a Serravalle di Carda, una piccola frazione di 350 anime, nel comune di Apecchio nel Pesarese, lo scorso 12 giugno.

La donna che nessuno in paese vedeva più da quando aveva 12 anni, viveva chiusa in casa con la madre e la sorella nubile da 45 anni. Nemmeno il trentennale medico di famiglia, il Dott. Massimo Valentini sapeva che faccia avesse fino a quando non ha visto il corpo senza vita della donna in obitorio a Urbino. È stato proprio lui a richiedere l’autopsia, dal momento che non è chiaro di cosa sia morta la donna che pesava circa 30 kg, una situazione dovuta forse a malnutrizione o a una malattia per cui nessuno ha mai chiesto aiuto. Lo stesso medico ha dichiarato di non essere mai riuscito a visitare la signora, a ogni sua richiesta infatti arrivava pronto il rifiuto della madre.

Una vicenda con molti interrogativi dunque, ma anche una storia che parla di indifferenza e solitudine per cui ora si attendono risposte. Sul fatto indagano i Carabinieri.

Leave a Response