Corinaldo, il Sindaco: “Non mi do pace per quanto accaduto” – VIDEO

“Mi dispiace di questa incomprensione. Questa sera il Consiglio Comunale ha ripercorso i momenti di questa terribile vicenda attraverso i pensieri, i sentimenti e il dolore che proviamo per quanto accaduto a Corinaldo quella notte tra il 7 e 8 dicembre”. Così Matteo Principi, Sindaco di Corinaldo risponde ai genitori di Emma, la più giovane tra le sei vittime della Lanterna Azzurra.

I familiari in una lettera aperta hanno criticato un’intervista del primo cittadino in cui si dichiarava sereno e tranquillo per il suo lavoro e quello dei suoi collaboratori, ritenendole irrispettose del loro dolore.

Le parole di chiarimento del Sindaco arrivano alla fine del Consiglio Comunale aperto tenutosi giovedì sera a Corinaldo e richiesto dalla Minoranza dopo la consegna circa un mese fa degli avvisi di Garanzia ai membri della commissione unificata di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo di cui il primo cittadino è presidente.

L’ipotesi di reato per tutti gli otto nuovi indagati è concorso in omicidio colposo plurimo aggravato e disastro colposo aggravato, falsità ideologica sia in atto pubblico in sede di rilascio del parere favorevole all’ottenimento della licenza del locale Lanterna Azzurra Clubbing, sia in relazione alle ipotesi di false certificazioni.

Leave a Response