Cannabis light, negozi in agitazione dopo la sentenza della Cassazione – VIDEO

ANCONA –  Negozi di cannabis light in agitazione dopo la sentenza della corte di cassazione sul ricorso della procura di Ancona che si era opposta al dissequestro di alcuni prodotti dei negozi di canapa sativa.

Negozi di cannabis light in agitazione dopo la sentenza della corte di Cassazione sul ricorso della procura di Ancona che si era opposta al dissequestro di alcuni prodotti dei negozi di canapa sativa. Secondo il dispositivo,  la commercializzazione in particolare di foglie, inflorescenze, olio e resina ottenuti dalla coltivazione non rientra nell’applicazione della legge 242 del 2016 che rende lecita la coltivazione in agricoltura. Sul principio attivo di Thc,  che comunque deve essere superiore allo 0,2 ma entro lo 0,6, come si legge nella sentenza, dibatte la Federcanapa, secondo cui la soluzione della Cassazione “non determini la chiusura generalizzata dei negozi che offrono prodotti a base di canapa”. Dalla stessa Federcanapa è arrivato l’augurio affinché “le forze dell’ordine si attengano a questa netta distinzione tra canapa industriale e droga nella loro azione di controllo e che non si generi un clima da caccia alle streghe”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response