Banca Marche, scioperano gli avvocati: udienza rinviata

ANCONA – E’ stata rinviata al 20 maggio, causa sciopero degli avvocati penalisti, la prima udienza del processo agli ex vertici di Banca Marche, accusati di aver portato al dissesto l’istituto bancario, con conseguente danno per centinaia di azionisti e obbligazionisti che hanno visto sfumare i risparmi di una vita.

A giudizio 13 persone, tra cui l’ex direttore generale Massimo Bianconi e gli ex presidenti, Giuseppe Michele Ambrosini e Lauro Costa.

Le accuse per tutti, a vario titolo, vanno dalla bancarotta fraudolenta al falso in bilancio fino all’ostacolo della vigilanza.

Assolti invece i tre membri del collegio dei sindaci, perché il “fatto non costituisce reato”.

In occasione dell’avvio del processo, il Codacons ha deciso di lanciare una costituzione di parte civile di massa finalizzata a chiedere il rimborso degli investimenti e il risarcimento di tutti i danni subiti a causa dell’azzeramento del valore delle proprie azioni o obbligazioni nella misura di 10mila euro a risparmiatore.

 

Leave a Response