In macchina un arsenale di arnesi da scacco, denunciato un uomo dai CC di Montemarciano

MONTEMARCIANO – Si aggira in macchina con fare sospetto, fermato dai carabinieri di Montemarciano e denunciato un 54enne residente a Ciserano (BG) che nel bagagliaio della vettura nascondeva un arsenale di arnesi da scasso.

L’uomo è stato bloccato nel pomeriggio di domenica nel corso di un servizio di controllo del territorio.

Inizialmente i militari hanno notato la vettura, una Fiat Punto di colore rosso parcheggiata in modo insolito, in via Ponte del Trave. Da un controllo ai terminali l’auto, intestata ad una donna residente nella provincia di Bergamo, non risultava da ricercare.
Dopo alcuni minuti, gli stessi militari hanno incrociato la medesima auto in via Grotte di Frasassi con alla guida un uomo che non avevano mai visto prima in giro.

Pertanto, la pattuglia ha invertito la marcia per procedere al controllo dell’automobilista. Quest’ultimo, accortosi della presenza della “gazzella” che lo seguiva, preso da nervosismo, ha iniziato a compiere una serie di manovre pericolose tanto da costringere i militari a bloccarlo immediatamente.

L’uomo, originario della provincia di Bergamo, da solo in auto, non è riuscito a giustificare la sua presenza sul territorio di Montemarciano, inoltre i controlli al terminale, hanno rivelato a suo carico una serie di denunce per furti in abitazione ed in danno di sale slot.

I carabinieri hanno quindi deciso di approfondire il controllo sull’auto e all’interno del bagagliaio hanno rinvenuto una troncatrice multiuso, completa di 5 dischi per taglio metalli; una mola a batteria; 2 mini torce elettriche; una tagliavetro con punta in diamante; un coltello multiuso; due cacciaviti di grosse dimensioni; due lime lunghe 30 cm rispettivamente per ferro e per legno; tre paia di guanti da lavoro in tessuto spalmato in nitrile; un grimaldello in acciaio; una chiave inglese regolabile; varia minuteria. Anche in relazione al materiale rinvenuto, il 54enne non è stato in grado di giustificarne il possesso.

Pertanto, tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e l’uomo è stato denunciato per possesso ingiustificato arnesi atti allo scasso.
Lo stesso inoltre è stato proposto al Questore per l’applicazione del foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nella provincia di Ancona.

Leave a Response