Patrocinio Marche Pride. Il Comune: “sosteniamo tutte le altre attività collaterali” – VIDEO

ANCONA – L’assessore alla Cultura Paolo Marasca rispedisce al mittente le critiche mosse dagli organizzatori del Marche Pride per il mancato patrocinio al corteo che l’8 giugno si snoderà lungo le vie della città, rivendicando i diritti delle persone gay, lesbiche, transgender, intergender e queer. No al patrocinio per il corteo, sì a quello per sostenere tutte le altre attività ed eventi collaterali all’8 giugno.

Tempi tecnici dietro al passaggio non ancora avvenuto in Giunta della delibera che invece è stata già preparata. Mentre non ci sono stati margini per unificare il corteo Marche Pride, che fa capo al gruppo nazionale Onda Pride, e quello organizzato dal comitato anconetano Love Pride per il 29 giugno.

Leave a Response