“Ci prendiamo un caffé?”, messaggi in codice per vendere droga. Un giro d’affari da mezzo milione di euro – VIDEO

OSIMO – Messaggi social per vendere e acquistare droga: un giro d’affari da 500 mila euro tra la Valmusone e la Riviera del Conero.

“Ci facciamo un caffé?, “Mi serve un chilo di zucchero”. Apparentemente nulla di strano da scrivere in un messaggio sui social  Whatsapp, Instangram e Telegram, se non fosse che si trattava di un linguaggio in codice per vendere e ricevere la droga. Un giro economico da 500 mila euro complessivo, tenuto conto del quantitativo sequestrato per uno smercio di droga particolarmente attivo nella Valmusone e nella Riviera del Conero.

In manette sono finiti tre giovani, un pescatore italiano di Porto Sant’Elpidio di 27 anni, un romeno di 33 e un 32enne italiano, entrambi residenti in zona Osimo. Con gli ultimi tre arresti da parte del Nucleo Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Osimo,  in esecuzione della custodia cautelare in carcere dal Giudice per le indagini preliminari, hanno ricostruito la rete dello spaccio di cocaina, hashish e marijuana con decine e decine di clienti. Nel corso delle indagini, partite mesi fa, sono stati sequestrati mezzo chilo di cocaina, 700 grammi di hashish, 29 chili di marijuana e circa 20 mila euro in contanti. Arrestate in totale 12 persone. Lo smercio nelle zone di Osimo, Numana, Recanati.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response