Il lato oscuro dei social: “Domina l’autolesionismo” – VIDEO

Nel mondo criptato e chiuso dei gruppi Whatsapp le parole sono veleno, da ingoiare messaggio dopo messaggio. Per conformarsi al gruppo, per non deludere il guru di riferimento. L’ultimo caso, un gruppo inneggiante all’anoressia, il cui gioco è stato rotto quando una 19 enne di Ancona ha denunciato.

Così se difendere la privacy ha generato messaggi criptati, per uscire allo scoperto ci vuole chi dice no. Oggi l’anoressia, ieri la Blue Whale, domani altri giochi perversi con un unico obiettivo, rinforzati dai gruppi social: l’autolesionismo.

Guarda il video:

Leave a Response