Hotel House: elicotteri, uomini e cinofili dei Carabinieri in azione – VIDEO

PORTO RECANATI – Maxioperazione dei Carabinieri all’Hotel House di Porto Recanati. 

Maxioperazione dei Carabinieri all’Hotel House, il palazzone multietnico di Porto Recanati di 480 appartamenti su 17 piani. Controllati 32 veicoli e 94 persone: i militari della stazione locale guidati dal comandante Giuseppino Carbonari, con quelli della  Compagnia d’Intervento Operativo del 14° BTG “Calabria”, hanno fermato un 39enne di Montecassiano, di nazionalità senegalese, trovato con circa 1 grammo di eroina e 3 grammi di hashish, suddivisi in dosi. Un “cavallino” secondo gli inquirenti, ovvero l’ultimo anello della catena dello spaccio. L’uomo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio e sono state avviate le procedure per l’applicazione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Porto Recanati. Denunciato un 24enne senegalese trovato con cinque grammi di eroina nascosti in un mobile della camera da letto, nei guai sempre per spaccio un tunisino di 38 anni per alcuni grammi di hashish. Tre persone, due uomini pakistani e una donna di nazionalità polacca, sono stati scoperti invece all’interno di un appartamento occupato abusivamente.  Quello di ieri pomeriggio è stato l’ennesimo controllo svolto dai Carabinieri della Stazione di Porto Recanati e della Compagnia di Civitanova Marche del Maggiore Enzo Marinelli, con attività di controllo nell’area del palazzone che coinvolgono anche reparti speciali, come i Carabinieri cinofili e in questo caso l’elicottero del 5° NEC di Pescara.
Dall’inizio dell’anno. Nei primi 3 mesi del 2019 sono stati svolti 74 servizi straordinari, 383 sono state le persone identificate e 65 i veicoli controllati. 5 le persone arrestate e 20 quelle denunciate in stato di libertà, di cui 6 per spaccio di stupefacenti. 61 le perquisizioni personali e 21 quelle domiciliari all’interno del condominio. Quasi un chilo di droga è stata sequestrata. Dai controlli alle attività commerciali sono state spiccate sanzioni amministrative elevate, sequestrati veicoli abbandonati e cumuli di rifiuti, sequestri di auto senza assicurazione, rimpatri di clandestini, controlli ai casolari abbandonati nelle vicinanze. Nel 2018 sono stati eseguiti 609 servizi con 2369 persone identificate di cui 20 arrestate e 483 denunciate.
Non solo repressione. Il luogotenente della locale stazione Carbonari ha avviato un confronto con i referenti delle varie comunità, tentando di consigliare e  stemperare gli animi in caso di contrasto, cercando di dare la risposta immediata dello Stato per evitare dissidi personali. La mano dura sui controlli diventa un sorriso quando l’incontro è con i bimbi del palazzo per i quali anche i Carabinieri lavorano per promuovere l’integrazione e diffondere la cultura della legalità e di fiducia nelle forze dell’Ordine. C’è anche una dimensione sociale di aiuto da parte dell’Arma che riguarda le persone sole, malate e gli anziani che vivono nel “micromondo” Hotel House.

 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response