Esplosione alla centrale termica dell’Ospedale di Jesi, soccorsa una persona in eliambulanza

JESI – Esplosione a Jesi nella centrale termica situata vicino all’Ospedale Carlo Urbani. Il fatto è accaduto intorno alle 13 circa in via Agraria, ad esplodere la caldaia per il riscaldamento dell’ospedale all’interno della struttura. Nell’incidente è rimasto coinvolto un operaio di 50 anni investito dalle fiamme dello scoppio.

L’uomo, dopo le prime cure sul posto è stato trasportato in eliambulanza all’Ospedale Regionale di Torrette di Ancona, le sua condizioni sarebbero gravi.

Il magistrato di turno ha messo sotto sequestro l’impianto di riscaldamento danneggiato. Sul posto anche i Vigili del fuoco con i tecnici del riscaldamento per far ripartire l’impianto ausiliario e ripristinare sia il riscaldamento che la fornitura dell’acqua calda all’intero ospedale. La struttura del locale caldaia non ha riportato danni strutturali.

CGIL-CISL-UIL dell’ area vasta 2 e confederali di Jesi esprimono la loro solidarietà e vicinanza all’operaio della ditta e confidano nelle indagini che permetteranno di accertare tutte le responsabilità del caso.

Leave a Response