Incidente mortale a Porto Recanati, Farah a processo lunedì

incidente mortale porto recanati

PORTO RECANATI – Inizierà lunedì il processo a carico di Farah Marouane, il 34enne marocchino di Monte San Giusto arrestato il 3 marzo dopo il tragico incidente di Porto Recanati, costato la vita a Gianluca Carotti, 47 anni e alla compagna Elisa Del Vicario, 40enne, entrambi di Castelfidardo.

L’uomo è imputato di omicidio plurimo e lesioni colpose pluriaggravate. L’Audi A6 che guidava quella notte era piombata a folle velocità e contromano contro l’auto della coppia, all’interno anche la figlia di lui, 10 anni e il figlio di lei, 8 anni, rimasti gravemente feriti. Farah la notte dello schianto aveva un tasso di alcol nel sangue oltre 3 volte il limite consentito dalla legge ed era risultato positivo al narcotest per quanto riguarda i cannabinoidi.

Il 34enne era già stato arrestato poco meno di un anno fa nell’ambito di una maxi operazione dei carabinieri che portò al sequestro di 225 chili di hashish.

Leave a Response