Nascondeva 3 etti di hashish in casa, arrestato studente

ANCONA – Mercoledì sera, i poliziotti della Squadra Mobile di Ancona, hanno arrestato un giovane studente maggiorenne di un noto istituto scolastico, trovato in possesso di oltre 3 etti di hashish divisa in panetti e frammenti vari.
L’attivitá investigativa condotta dai poliziotti dell’antidroga, è l’epilogo delle recenti iniziative investigative della Polizia di Stato, finalizzate a frenare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti ad opera di studenti nel circuito degli istituti scolastici e che hanno visto, anche recentemente, l’espletamento di numerosi controlli fatti a bordo degli autobus che trasportano gli studenti nelle scuole.

L’indagine, conclusasi nel tardo pomeriggio di ieri, aveva come obiettivo principale un altro giovane studente pregiudicato e conosciuto dalla Polizia, di cui si sapeva che stava aspettando un corposo carico di hashish che avrebbe spacciato a coetanei nel circuito scolastico.

Tuttavia, mentre i poliziotti della Squadra Mobile stavano eseguendo la perquisizione, gli altri poliziotti appostati  nei pressi dell’edificio, notavano un altro giovane che avrebbe dovuto approvvigionare di stupefacente il suo coetaneo che lo aspettava a casa e che, nel frattempo, gli agenti stavano perquisendo.
I poliziotti in borghese si sono subito accorti che si trattava del “fornitore”, appartenente ad un anello superiore della catena di spaccio.

Appena bloccato, il giovane veniva trovato in possesso di oltre un etto di marijuana che avrebbe dovuto cedere al pusher nel frattempo fermato dai poliziotti nel suo appartamento.
Rinvenuta la droga nascosta negli slip, gli investigatori si sono portati presso la sua abitazione poco distante da lí e, nascosti nella cantina, tra due copertoni antineve impilati, trovavano altri 2 panetti di hashish. Anche all’interno dell’appartamento del giovane gli agenti hanno trovato dello stupefacente del medesimo tipo di hashish di quello rinvenuto in cantina e addosso, nonché un bilancino.

In tutto oltre 3 etti di hashish destinati ai giovani pusher delle scuole superiori.
La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona ha disposto gli arresti domiciliari per il giovane studente in attesa del giudizio direttissimo in Tribunale.

Leave a Response