Vittime delle mafie, la giornata della memoria a Senigallia con Libera

SENIGALLIA – Senigallia, a Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie”.

Il 21 Marzo è la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” e, da oltre venti anni, Libera si incontra in tale occasione per testimoniare la vicinanza ai familiari delle vittime innocenti delle mafie e per rinnovare l’impegno nella lotta ad ogni forma di illegalità. Lo slogan scelto quest’anno è “Passaggio a Nordest. Orizzonti di giustizia sociale” e vivrà un appuntamento nazionale a Padova e uno in ogni regione, che nel caso delle Marche si svolgerà proprio a Senigallia.

Il programma prevede il ritrovo in piazza della Libertà, nei pressi della Rotonda a Mare, alle ore 9. Alle 9,30, poi, inizierà il corteo che percorrerà il lungomare Alighieri, via Dalmazia, via Rovereto, Corso Matteotti, Corso 2 Giugno, via Arsilli, per arrivare in piazza del Duca alle ore 11 circa. Qui ci sarà la lettura dei nomi delle vittime innocenti di tutte le mafie.

“Una giornata – afferma don Paolo Gasperini di Libera – che si rivolge soprattutto agli studenti. Ogni anno una città diversa, ogni anno un lungo elenco di nomi scandisce la memoria che si fa impegno quotidiano. Recitare i nomi e i cognomi come un interminabile rosario civile, per farli vivere ancora, per non farli morire mai. Per farli esistere nella loro dignità. La data scelta è quella del 21 marzo perché perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale, perché solo facendo memoria si getta il seme di una nuova speranza. Quest’anno dall’hinterland di Napoli giungeranno a Senigallia anche la sorella e la mamma di Attilio Romanò, ucciso dalla criminalità organizzata nel 2009 per uno scambio di persona, al quale è intitolato il presidio Libera di Senigallia. Inoltre, durante la giornata, saranno resi noti i vincitori dei due concorsi che abbiamo lanciato nelle scuole in vista di questo appuntamento: il primo per uno slogan dedicato al tema della manifestazione che apparirà in un apposito striscione, il secondo per il bozzetto di un murales che poi, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, potrà essere tradotto in qualche parete cittadina”.

“Ancora una volta – aggiunge il sindaco Maurizio Mangialardi – voglio ringraziare Libera per aver scelto Senigallia quale sede di questa importante iniziativa regionale che tocca le corde della nostra popolazione, sempre molto sensibile ai temi della giustizia e della memoria, anche grazie all’ottimo lavoro svolto dalle giovani e dai giovani del presidio locale. È fondamentale che memoria e impegno procedano insieme, perché oggi sappiamo che nessun territorio è immune dal fenomeno della criminalità organizzata. Per questo dobbiamo continuare a investire su trasparenza, consapevolezza e cittadinanza responsabile”

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response