L’orrore dalla Nuova Zelanda si lega alle Marche. La strage dedicata dagli attentatori a Luca Traini. News in diretta a Buongiorno èTV

Strage Nuova Zelanda Traini Maurizio Socci

L’orrore dall’altra parte del mondo che si lega alle Marche. La strage in Nuova Zelanda “ispirata” e “dedicata” dagli attentatori a Luca Traini, lo sparatore di Macerata. 40 morti nell’attacco in due moschee di Christchurch.

La notizia è stata data in diretta questa mattina durante il popolare programma Buongiorno èTV, in onda tutte le mattine dalle 7 alle 9 sul canale 12 per le Marche e 14 per l’Umbria.

C’è un filo rosso che lega la strage nelle moschee in Nuova Zelanda a Luca Traini, il 28enne di Tolentino autore della sparatoria contro gli immigrati avvenuta a Macerata il 3 febbraio del 2018 e per cui è stato condannato a 12 anni di carcere.

Su un caricatore di una delle armi usate dal “suprematista bianco” Brenton Terrant, anche lui 28 anni, a Christchurch, c’è una lunga dedica in cui compare proprio il nome di Luca Traini oltre a quello di Sebastiano Venier, generale veneziano della battaglia di Lepanto che nel XVI secolo vide le forze della Lega Santa infliggere un’importante sconfitta ai Turchi.

Le due mitragliatrici usate dall’autore della strage nelle moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, erano coperte con scritte in inchiostro bianco che facevano riferimento ad antiche battaglie e più recenti attacchi contro le comunità musulmane: tra queste, una riportava anche il nome Luca Traini, l’estremista di destra autore dell’attacco contro migranti compiuto l’anno scorso a Macerata. Lo riporta il sito australiano News.com.au che pubblica una parte del video della strage, ripreso e trasmesso in diretta streaming dallo stesso terrorista.

Maurizio Socci

Leave a Response