Rapina al supermercato: arrestato dai Carabinieri

MONTEMARCIANO – E’ stato arrestato il secondo rapinatore del supermercato “Tigre Amico” di Marina di Montemarciano dello scorso 26 febbraio.

Aveva minacciato la commessa e aveva rapinato il supermercato.  E’ stato arrestato il secondo rapinatore del supermercato “Tigre Amico” di Marina di Montemarciano dello scorso 26 febbraio. Si tratta di un 34enne originario della provincia di Catania destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Ancona, su richiesta della Procura. L’uomo, accusato di rapina aggravata in concorso, è stato localizzato dai Carabinieri della Compagnia di
Senigallia, che hanno condotto le indagini, sul posto di lavoro a Jesi. L’indagine venne avviata dai militari del Nucleo Operativo subito dopo la rapina del 26 febbraio scorso, grazie ad alcune testimonianze e soprattutto all’analisi dei filmati del sistema di videosorveglianza, che consentì nel giro di pochi minuti dall’evento di arrestare uno dei rapinatori. La mattina del 26 febbraio, un uomo con il volto coperto dal cappuccio della felpa e da uno scalda collo tirato su a coprire naso e bocca, entrò nel supermercato “Tigre Amico” di via Grazia Deledda a Marina, prendendo alle spalle la cassiera ed immobilizzandola con un coltello puntato alla gola, si impossessò del cassettino del registratore di cassa. Il totale della somma asportata è stata in seguito quantificata dal gestore del supermercato in 1.329 euro. Fondamentali nella prima fase delle indagini, furono le dichiarazioni di un testimone e le immagini estratte dal sistema di videosorveglianza, che rivelarono la presenza all’esterno del negozio di un complice che aveva fatto da palo.
Il palo venne rintracciato poco dopo a Jesi nei pressi di un centro commerciale. Nel garage del centro commerciale venne localizzata anche la Hyundai i20, di colore bianco, utilizzata per la fuga.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response