Elisa e Gianluca, verso il giorno più triste: il lutto cittadino di Castelfidardo

CASTELFIDARDO – Il paese della fisarmonica verso il giorno più triste. Lutto cittadino nel giorno dei funerali di Elisa Del Vicario e Gianluca Carotti. Bandiere a mezz’asta, Carnevale rimandato, il Comune chiede ai commercianti di aderire.

Il paese della fisarmonica verso il giorno più triste. Lutto cittadino nel giorno dei funerali, domani alle 15 alla Chiesa della Collegiata al centro del paese, di Elisa Del Vicario e Gianluca Carotti, morti nello schianto frontale nella notte tra sabato e domenica a Porto Recanati. Già da domenica le bandiere del comune sono strette in due nastri neri, a mezz’asta. La festa per il  Carnevale, in programma in piazza per questo pomeriggio di martedì grasso, è stata rimandata a domenica 10 marzo.

Coinvolti anche i commercianti. Il Comune nell’ordinanza emanata nella giornata di oggi motiva la decisione del lutto cittadino citando Gianluca ed Elisa, la cui perdita ha sconvolto “l’intera comunità fidardense di cui gli stessi rappresentavano la parte più bella, generosa e impegnata” e “invita i concittadini, le attività commerciali, le organizzazioni sociali e produttive, le associazioni sportive ad esprimere la loro partecipazione al lutto cittadino in segno di raccoglimento e rispetto attraverso la sospensione delle attività oppure qualora fossero impossibilitati alla sospensione delle stesse, sono invitati ad esporre in forma libera i segni di adesione al lutto cittadino durante i funerali dalle ore 15 fino al termine della cerimonia funebre del giorno 6 marzo 2019, evitando comportamenti che contrastino con lo spirito del lutto cittadino”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response