“Feste” senza autorizzazioni: stop di 15 giorni per un bar di Montecosaro

MONTECOSARO – Prima una rissa, poi un avventore trovato con dello stupefacente e feste organizzate senza le prescritte autorizzazioni: il questore di Macerata fa chiudere un bar di Montecosaro.

Prima due risse, poi un avventore trovato con dello stupefacente e ancora feste organizzate senza le prescritte autorizzazioni: Antonio Pignataro, il questore di Macerata fa chiudere un bar di Montecosaro.

Il controllo della Divisione Amministrativa della Polizia era scattato lo scorso 10 febbraio: l’allestimento lasciava intendere, in effetti, una serata con musica e balli. Ma senza le autorizzazioni necessarie per lo svolgimento della “festa”. Già in passato c’erano stati interventi delle forze dell’ordine. In particolare i Carabinieri di Civitanova erano stati chiamati per sedare una rissa all’interno del locale, dove era anche stata trovata una persona con la droga in tasca.

Per questo è scattata la chiusura di 15 giorni decisa dal Questore: un provvedimento  ai sensi
dell’art. 100 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Secondo quanto prevede la legge infatti, è facoltà del Questore sospendere la licenza di un esercizio nel quale siano avvenuti disordini o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose e che comunque costituisca un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response