Truffa e bancarotta. La Maserati fa scoprire un imprenditore legato alla ‘ndrangheta – VIDEO

PESARO – Si chiama Dante Mannolo, ha 51 anni, calabrese di Cropani Marina (Catanzaro). E’ stato arrestato l’altro ieri dai carabinieri di Borgo Santa Maria per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla bancarotta fraudolenta e documentale.

Gli inquirenti sanno che l’uomo, detto ‘Paolo’, aveva legami ma non affiliazione con dei clan della ‘Ndrangheta. L’ordinanza di custodia cautelare è a firma del gip Giacomo Gasparini su richiesta del Maria Letizia Fucci. Mannolo avrebbe distratto insieme ad altre 4 persone tutte indagate per gli stessi reati almeno 500mila euro dai magazzini della Eurodistribuzione srl, società di commercializzazione di prodotti alimentari, in particolare caffè, aperta a Pesaro nel 2015, intestata ad una giovane prestanome sempre calabrese. Mannolo è considerato il socio occulto che faceva acquistare merce facendola sparire in fretta verso la Calabria ma senza preoccuparsi di far pagare il fornitore.

Per accreditarsi, all’inizio la società pagava le forniture ma poi dal 2016 non lo ha più fatto accumulando merce non pagata e dunque debiti. Ma non è stato questo ad attirare l’attenzione dei carabinieri di Borgo Santa Maria. A far finire Mannolo sotto la lente dei carabinieri è stata la sua Maserati Ghibli bianca vista sfrecciare nel 2016 dalle parti di Borgo Santa Maria.

Leave a Response