Piange Ancona, Lorenzo non ce l’ha fatta – VIDEO

ANCONA – Non ce l’ha fatta Lorenzo.

Non ce l’ha fatta Lorenzo. In tanti hanno sperato che potesse proseguire il suo percorso andando a curarsi all’estero. In America. La città di Ancona si era mobilitata ed erano stati raccolti più di 500 mila euro in una manciata di giorni. Era stato quasi inevitabile di fronte al volto del giovane medico, con gli occhi ancora pieni di speranza. Aveva detto in un videomessagio “Non voglio morire, voglio vivere. Ho fatto promesse che voglio mantenere”.

Lorenzo Farinelli, 34 anni, medico, attore. Conosciuto e amato da tante persone è spirato nella serata, a casa sua. Nell’attesa di una speranza di guarigione. Ovvero il protocollo Cart-T, la nuova sperimentazione per curare il linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B che gli aveva cambiato l’esistenza otto mesi fa e che purtroppo si era rivelato chemio-resistente.

Da qui il suo videomessaggio, come un grido d’aiuto e la vicinanza di tanti amici, familiari, la sua fidanzata per tentare fino all’ultimo una strada alternativa. “Non è finita finché non è finita”, diceva sicuro Lorenzo nel suo messaggio. Anticipando che, se non ce l’avesse fatta, quanto raccolto sarebbe andato alla ricerca.  Lorenzo se n’è andato stasera a casa sua, senza poter  tentare quel viaggio negli Usa per curarsi. Per il quale si stavano già predisponendo i documenti per il volo.

Il sindaco di Ancona: “Buon viaggio Lorenzo”. Valeria Mancinelli, sindaco della città scrive commossa: “Buon viaggio Lorenzo. E grazie per quanto hai dato a noi in questi giorni, con dignità e coraggio. Hai scosso la nostra comunità e ne hai mostrato tutta la capacità di amore, quello alto, solidale e generoso. Un abbraccio alla tua compagna, a mamma e papà, e agli amici che di tanto amore hanno saputo travolgerti”.

Piange stasera Ancona, la città di Lorenzo da cui è partito uno slancio di solidarietà senza pari. Una lotta per la vita in cui ha vinto il tempo, ma non la speranza. Per tutti i Lorenzo che vogliono guarire. Cui andranno i fondi raccolti tramite la piattaforma Gofundme e tramite il portale Salviamolo.it. Grande il sostegno degli amici e dei familiari che hanno compiuto un mezzo miracolo per tentare di dare una speranza a Lorenzo. 

Perché le cure non  sono per tutti. Il servizio. 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response