Candia depredata, i residenti: “Non ci sentiamo più sicuri a casa nostra” – VIDEO

ANCONA – Sono stanchi gli abitanti della frazione di Candia da tempo presa di mira da un’ondata di furti che non risparmiano privati, né attività commerciali. L’ultimo raid la scorsa settimana, nelle giornate di mercoledì, giovedì e venerdì 6,7 e 8 febbraio.

I malviventi a volte, come mercoledì entrano addirittura in più case, trafugando oro e oggetti preziosi dalle case dei malcapitati. Ma anche i negozi non sono risparmiati da questa razzia, tra le ultime vittime anche la parrucchiera della frazione.

Un’ondata di furti che va avanti dalle feste di Natale e che sembra non volersi arrestare, al punto che i residenti dicono di non sentirsi più sicuri nelle loro case, anche perché in alcuni casi i malcapitati proprietari si sono ritrovati faccia a faccia con i cosiddetti topi d’appartamento. Dalla mamma di 44 anni che ha sorpreso un uomo alto circa 1,60 mentre frugava nei cassetti della sua camera da letto. L’uomo è scappato per le urla della donna, scusandosi per l’intrusione.

A chi li ha mancati per poco, come un’altra signora il cui cane appena rientrata in casa si è precipitato subito in camera da letto, fiutando l’odore degli intrusi. Ad accrescere la frustrazione dei residenti anche il fatto che nessuno dei malviventi sia stato preso dalle forze dell’ordine. Si chiedono dunque maggiori controlli sul territorio, oltre alla telecamera di videosorveglianza posizionata nel centro di Candia per monitorare le auto in ingresso e in uscita.

Leave a Response