Untore HIV, udienza rinviata, Pinti troppo malato per partecipare – VIDEO

ANCONA – E’ stata rinviata al 14 marzo l’udienza davanti al Gup del processo che vede Claudio Pinti, autotrasportatore di 36 anni di Montecarotto, accusato di aver trasmesso il virus del Hiv all’ex fidanzata e di aver causato la morte dell’ex compagna, nascondendo di essere sieropositivo.

A decidere il rinvio dell’udienza, fissata per mercoledì mattina il Gup Paola Moscaroli, per legittimo impedimento dell’imputato a partecipare al processo con rito abbreviato. Pinti versa infatti in gravi condizioni per patologie correlate all’Aids all’Ospedale di Viterbo, dove l’uomo è ricoverato dal 27 dicembre scorso, dopo esservi stato trasferito dal carcere di Rebibbia. L’uomo continua a rifiutare le cure per l’AIDS.

Nel corso dell’udienza precedente del 17 gennaio il Pm Marco Pucilli aveva chiesto davanti al Gup Paola Moscaroli 24 anni di condanna che però, con il rito abbreviato, si riducono di un terzo, attestandosi a 18 anni di pena. Anche in quel caso Pinti non aveva preso parte all’udienza perché le sue condizioni di salute non gli permettevano di viaggiare da Viterbo dove era già ricoverato fino ad Ancona.

Leave a Response