B-day, concluse oggi le prime evacuazioni per i soggetti fragili – VIDEO

ANCONA – Seimila persone, la metà dunque dei cittadini interessati dall’evacuazione prevista per il bomba day usufruiranno dei centri d’accoglienza predisposti al Palarossini di Via Cameranense, al Palabrasili di via Cingolani a Collemarino e al Palascherma in Via Monte Pelago.

Qui verranno distribuiti biscotti e bevande calde, mentre è già stata allestita la cucine mobile della protezione civile che preparerà i pasti per i 400 volontari che lavoreranno per il b-day, tra i gruppi comunali, croce gialla e associazioni che hanno offerto il loro supporto.

Ma il lavoro dei militi della Croce Gialla e della croce rossa è partito già sabato pomeriggio con l’evacuazione di 52 anziani e disabili seguiti dai servizi sociali del Comune di Ancona, poi trasferiti in strutture predisposte per l’accoglienza tra cui le residenze per anziani e disabili Zaffiro, Il Samaritano e Villa Almagià, dove resteranno fino a lunedì mattina.

Prevista invece per domenica mattina l’evacuazione nelle prime ore del mattino delle altre persone, circa un centinaio, con problemi di salute. Di queste la metà ha chiesto il solo trasporto presso le abitazioni di parenti, mentre i restanti verranno ridistribuiti tra l’Inrca di Osimo, la residenza per anziani Visentini e il Palarossini con 20 posti appositamente predisposti dall’Asur.

Leave a Response