Scossa di terremoto con magnitudo 4.3 a Ravenna, tremano anche le Marche

RAVENNA – Le Marche tornano a tremare, dopo la scossa di magnitudo 4.3 con epicentro in mare tra Ravenna e Cervia a 25 km di profondità, avvertita distintamente intorno alla mezzanotte di martedì anche nel nord della Regione marchigiana. Alla prima scossa ne è poi seguita un’altra di magnitudo 3.0 a mezzanotte e mezzo.

Una nuova scossa è stata poi registrata nel cratere sismico alle prime ore del mattino.
La magnitudo in questo secondo caso è di 2.2 e l’epicentro della scossa avvertita alle 6:57 è a Preci in provincia di Perugia, al confine tra Marche e Umbria, a 2 km di profondità.

Nel caso delle prima scossa avvertita distintamente da Pesaro fino ad Ancona sono state diverse le chiamate arrivate ai vigili del fuoco, ma per fortuna non si segnalano danni a cosa o persone.

Leave a Response