Freddo polare: neve nell’entoterra, a Porto Potenza “scompare” la spiaggia – VIDEO

PORTO POTENZA – La morsa del freddo si allenta, ma porta temperature sotto le zero nell’entroterra, in particolare nell’area camerte e nell’Alto Nera colpito dal sisma del 2016: la notte scorsa le temperature sono scese a -5 nelle aree dei villaggi delle soluzioni abitative di emergenza. Sul fronte viabilità è tornata percorribile la Ss77 dove, nella giornata di venerdì, si era intraversato un tir, rimasto in bilico sul viadotto nel comune di Belforte del Chienti. Il mezzo è stato rimosso, ora andrà ripristinata la barriera laterale. Sul fronte ascolano è stata riaperta la Salaria nella serata di venerdì. Il vento forte ha spazzato invece la costa, con danneggiamenti e mareggiate. I danni sulla costa. La spiaggia, in un tratto di Porto Potenza Picena, è in pratica scomparsa: a farne le spese i due stabilimenti baneari Barracuda e Mosquito che iniziano il nuovo anno con l’ennesima conta dei danni. Si rinnova la richiesta alla Regione Marche per realizzare scogliere di protezione. Sul fronte meteo per la giornata dell’Epifania si prevedono poche nubi, ma possibili nevicate intorno ai 500-600 metri nella parte meridionale della regione. Ancora venti moderati sulla costa, ma con temperature in leggera ripresa.

Fabriano, annullato il presepe vivente. A causa del maltempo è stata annullata la data di domani 6 gennaio del Presepio vivente di Precicchie, nel Fabrianese, uno dei più suggestivi delle Marche. Lo rende noto l’Associazione Castello di Precicchie.  L’annullamento è legato a motivi di sicurezza: la nevicata e il ghiaccio di questi giorni hanno reso impraticabili le piazze e le vie del castello, che in occasione del Presepio si trasformava in una piccola Betlemme, con scene della Natività e di antichi mestieri.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response