Tre somali accampati in un edificio da demolire, allontanati dalla polizia

FALCONARA – Si erano rifugiati nelle case espropriate di Villanova, ma sono stati scoperti e allontanati dagli agenti di polizia locale di Falconara, che venerdì mattina poco dopo le 9:00 si sono imbattuti nel bivacco durante il controllo di routine del territorio, finalizzato anche a contrastare i fenomeni di degrado urbano.

Erano tre i senza dimora, tutti di nazionalità somala e richiedenti asilo, che si erano accampati nell’edificio al civico 607/B di via Flaminia: gli uomini del Comando falconarese li hanno sorpresi ancora addormentati, adagiati su materassi appoggiati direttamente a terra.

I somali, due 23enni e un 20enne, avevano con loro coperte e indumenti, zaini con altri effetti personali, mentre a terra sono state trovate bottiglie di birra vuote. Brusco il risveglio per i giovani, che hanno esibito permessi di soggiorno (due in qualità di richiedenti asilo, uno emesso per protezione sussidiaria) rilasciati dalle Questure di Pesaro e Macerata.

Lungo il tratto di via Flaminia oggetto dei controlli, in centro abitato e a pochi passi dalla zona centrale della città, sorgono edifici che dovranno essere demoliti per realizzare il nuovo percorso ferroviario. Sono stati spesso oggetto di occupazione e l’attenzione della polizia locale è sempre alta, anche alla luce delle preoccupazioni e delle numerose segnalazioni da parte dei residenti.

Spetterà alla società Ricciardello Costruzioni, che dovrà realizzare la demolizione degli edifici e il bypass ferroviario, decidere se presentare querela per invasione di edificio, dato che l’immobile è privato. All’azienda sarà comunicato l’accaduto, mentre i tre somali sono stati allontanati.

Leave a Response