Respirano monossido di carbonio, tre intossicati: c’è anche un neonato

FABRIANO- Respirano monossido di carbonio mentre dormono, una donna di 23 anni di origine cingalese, la sua bambina di 5 mesi e un 22enne del Galbia rischiano di morire intossicati. È successo a Fabriano, in via Veneto, vicino al centro. Le esalazioni si sono sprigionate nell’appartamento da un braciere utilizzato prima per cucinare, poi per scaldarsi. A dare l’allarme intorno alle 5 di mattina gli stessi adulti. Sul posto sono arrivati gli operatori del 118 e i vigili del fuoco. I tre occupanti dell’appartamento sono stati inizialemnte trasportati al pronto soccorso dell’ospedale ‘Profili’, successivamente sono stati trasferiti nella camera iperbarica di Fano. Solo ieri sera, sempre a Fabriano, due anziani erano rimasti intossicati dal fumo sprigionato dall’incendio scoppiato in camera da letto per un corto circuito su una termocoperta.

Leave a Response