Vertenza Astaldi: ritirata la procedura di mobilità. Preoccupazione per la ripresa dei lavori – VIDEO

FABRIANO- Vertenza Astaldi, l’azienda ritira la procedura di mobilità per i 59 lavoratori impiegati nelle Marche e chiede la cassa integrazione per 11 siti produttivi su tutto il territorio nazionale. Soddisfatti i sindacati di categoria al termine dell’incontro in Regione con i vertici dell’azienda anche se permane la preoccupazione per quando ripartiranno i lavori della quadrilatero, dunque del tratto fabrianese e della pedemontana.

“Il Cipe ha approvato il 25 ottobre scorso, la perizia della variante 6 della SS76 ultimo tratto in relazione all’ Asse viario Marche – Umbria e Quadrilatero Maxilotto 2 ed il progetto definitivo del 3° e 4° stralcio della Pedemontana delle Marche- dichiara l’assessore regionale al Lavoro, Loretta Bravi-. Appena concluso l’iter- dichiara l’assessore Bravi- l’azienda comunicherà la ripresa dei lavori nei cantieri”.

Mercoledì i sindacati incontreranno l‘Astaldi a Roma per parlare nel dettaglio della cassa integrazione mentre il giorno successivo incontro al Ministero del lavoro per sottoscrivere l’accordo di cassa integrazione.

Leave a Response