Il nigeriano nega la violenza sessuale. L’avvocato Sabbatini: “Vicenda nebulosa” – VIDEO

ANCONA- Ha ribadito che tra lui e la 22enne anconetana tossicodipendente c’era una relazione ed ha negato di averla violentata ripetutamente per mesi, Isaac Adetifa Adejoju, il pusher nigeriano di 36 anni finito in carcere dopo il blitz della Squadra Mobile nell’appartamento occupato da un gruppo di stranieri in via Pergolesi ad Ancona. Nei giorni scorsi durante l’interrogatorio di garanzia davanti al gip il pusher ha negato ogni addebito. Il giudice Giuliana Filippello ha convalidato il fermo con la misura di custodia cautelare in carcere.

Il nigeriano, in Italia con regolare permesso di soggiorno, era comparso nei giorni scorsi di fronte al gip per aver sguinzagliato il suo pitbull contro un agente durante un blitz antidroga. Condannato a 8 mesi pena sospesa era stato rimesso subito in libertà. Ora rischia una condanna pesante. Le indagini sono ancora in corso.

 

Leave a Response