Polizia di Macerata: pugno duro per chi guida ubriaco – VIDEO

MACERATA – Pugno duro da parte di Stradale e Squadra mobile della Questura di Macerata, in borghese e con i cani antidroga al seguito, specie in vista dell’apertura autunnale dei locali della movida.  Al volante dopo aver bevuto. Secondo i dati della stradale il 10% degli incidenti rilevati coinvolge l’abuso d’alcool. Dall’inizio dell’anno nel maceratese sono state ritirate 300 patenti. Più della metà con esito penale, ovvero in cui il tasso alcolemico era superiore allo 0,8% di quello consentito. Diversi i neopatentati finiti nei guai. Ci sono chi prova a fare flessioni per dimostrare di essere sobrio, e relazioni che finiscono poco dopo l’alt della paletta. Magari perché lui aveva chiesto a lei di guidare ma a rimetterci la patente è la ragazza.   L’ultimo episodio, all’alba domenica scorsa, in cui per un goffo tentativo di eludere l’alt l’auto aveva azzardato un contromano in una rotatoria. Il 25enne alla guida, recidivo, al verdetto dell’etilometro era ubriaco. Preoccupante anche l’uso di cocaina, droghe sintetiche e cannabinoidi. Qualcuno ha provato a difendersi dicendo di aver fumato erba acquistata negli shop di cannabis light. Ma il tampone per i controlli della Polizia non fa differenza. 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response