Furti in abitazione ai danni di anziani: cinque arresti a Osimo

OSIMO- Sgominata dai Carabinieri del Norm della Compagnia di Osimo, una pericolosa banda dedita ai furti in abitazione ai danni di persone anziane. In manette sono finite cinque persone, quattro donne e un uomo, tutti cittadini italiani di etnia sinti, residenti nel teramano nello specifico ad Alba Adriatica, Colonnella e Martinsicuro. L’accusa è di furto aggravato in concorso commesso con mezzo fraudolente in danno di anziani. Si tratta di G.L. (classe 65), S.G (classe 77), S.E. (classe 69), D.G.E. (classe 75) e l’uomo D.G.M. (classe 70). Tutti censurati per reati specifici, nonché una delle donne gravate altresì dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di dimora nel comune di residenza, per cui tratta in arresto anche per tale violazione.

Il modus operandi dei malviventi era sempre lo stesso. Due di loro, un uomo e una donna, si fingevano una coppia interessata ad avere informazioni sugli appartamenti in affitto nel palazzo. Una volta carpita la fiducia dell’anziano, i due ladri entravano nell’appartamento intrattenendo l’anziana signora mentre le altre due donne si intrufolavano nelle camere facendo razzia di oro e denaro contante. L’altra complice nel frattempo, attendeva in auto fungendo da palo.

Nella tarda serata di ieri i Carabinieri di Osimo diretti dal Maggiore Luigi Ciccarelli e guidati dal Luogotenente C.S. Luciano Almiento, hanno intercettato il veicolo con a bordo le cinque persone, subito apparse sospette in quanto le donne erano tutte ben vestite e  truccate vistosamente. Inoltre, stavano procedendo con andatura lenta intenti ad individuare l’appartamento e la vittima da depredare. I militari hanno iniziato a pedinare la banda impegnata a ricercare  vari “agganci” senza successo.  I ladri si sono quindi spostati da Osimo nel centro di Ancona. Riusciti ad entrare  nell’appartamento di un’anziana hanno asportato monili in oro e denaro contante per Euro 4.000.  Poi sono saliti velocemente sull’auto dileguandosi  verso l’autostrada A/14 Ancona Nord. Gli investigatori, accertato che avevano depredato l’abitazione di un’anziana donna con il solito modus operandi, li hanno fermati prima di entrare in autostrada.

Dall’immediata perquisizione i Carabinieri hanno rinvenuto addosso alle donne tutti i monili in oro rubati  nonché il denaro contante, subito riconosciuto dalla vittima. Il  sodalizio è stato arrestato  e  dopo le formalità di rito, il malvivente è stato condotto  presso la casa circondariale di Montacuto mentre le ladre a Villa Fastiggi (PU). Dalla perquisizione veicolare sono stati rinvenuti numerosi oggetti atti al travisamento quali cappelli di ogni forma e colore, guanti, fasce per capelli, foulard di ogni tipo e colore, circa dieci paia di occhiali da sole e tipo “vista”, nonché alcune parrucche bionde, strumenti di effrazione, torce e vari passepartout. Inoltre sono stati rinvenuti e posti sotto sequetsro altri monili in oro ora  vaglio degli investigatori al fine di accertarne la paternità.

L’anziana vittima nel momento in cui le sono stati consegnati tutti i monili in oro ed il denaro contante si è commossa, ha subito indossato gli anelli a cui teneva tanto, tra cui le fedi nuziali, ha abbracciato affettuosamente i Carabinieri ringraziandoli per il loro lavoro.

Leave a Response