Sequestrati 32 animali vivi detenuti illegalmente, denunciate 6 persone dai CC Forestali di Ancona

ANCONA – Sequestrati 32 animali vivi detenuti illegalmente, un gatto selvatico impagliato, 6 cinture in coccodrillo e due lacci a nodo scorsoio installati per la cattura di animali. Si intensifica il lavoro dei carabinieri forestali del Nucleo CITES di Ancona per il contrasto del commercio illecito degli animali, bracconaggio e maltrattamento.

Nel Comune di Ancona è stato denunciato un cittadino albanese per aver installato alcuni lacci sistemati a nodo scorsoio, in prossimità di un recinto di una villa in periferia, uno dei quali aveva catturato un gatto domestico procurandogli gravi lesioni alla trachea.

L’indagato rischia la reclusione da tre mesi a diciotto mesi e multe fino a 30.000 euro, previste per il delitto di maltrattamento. In Comune di Mondolfo un allevatore è stato sorpreso mentre deteneva 5 esemplari di avifauna protetta dalla Convenzione di Berna, senza il necessario marcaggio comprovante la nascita in cattività degli stessi.
L’allevatore è stato denunciato per detenzione illecita di specie protette e per furto aggravato ai danno dello Stato.

In Comune di Filottrano due rappresentanti legali di una ditta manifatturiera sono stati denunciati per aver detenuto per la vendita 6 cinture di coccodrillo, senza possedere la relativa documentazione che ne abilitasse la detenzione ai fini commerciali. I due denunciati rischiano pene che vanno dall’arresto fino ad un anno ad ammende fino a duecentomila euro.

Sequestrati anche un esemplare vivo di camaleonte rinvenuto in un villaggio turistico di Numana ed un gatto selvatico impagliato rinvenuto di fronte all’aula verde in Comune di Fabriano.

Sequestrate infine 16 testuggini terrestri detenute dai proprietari senza documentazione CITES, delle quali 14 Testudo hermanni in Comune di Ancona, e 2 testudo graeca in Comune di San Costanzo (PU).

Leave a Response