Ritrovati senza vita i due ragazzi dispersi in mare

ANCONA – I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno ritrovato questa mattina, alle 8:20, nei pressi della scogliera di fronte alla spiaggia di Torrette i corpi di John Oseghale e Kennedy Isidohemen, i due ragazzi nigeriani di 25 e 20 anni dispersi in mare dal tardo pomeriggio di ieri.

A riprendere le ricerche questa mattina all’alba i vigili del fuoco la Capitaneria di porto.

Le salme ritrovate adagiate sul fondale impigliate tra gli scogli del frangionde sono state traghettate al molo 1 del porto e questa mattina il primo esame del medico legale ne avrebbe confermato la morte per annegamento per trauma cranico.

I due presentavano infatti delle ferite alla testa probabilmente causate dall’impatto con gli scogli. Le ricerche erano scattate dalle 17:00 a Torrette, nel tratto di spiaggia tra la stazione e Collemarino dopo l’allarme lanciato dagli altri amici dei ragazzi rimasti in spiaggia.

I due,residenti a Monsano e ospiti della cooperativa sociale Vivere Verde Onlus di Senigallia, si erano allontanati dalla loro comitiva per fare il bagno e avevano raggiunto a nuoto la scogliera, situata a circa 70 metri dalla riva da cui hanno cominciato a tuffarsi.

Lì si sono perse le loro tracce e da lì sono partite le ricerche dei Vigili del fuoco, della Guardia Costiera e dei bagnini degli stabilimenti vicini. Ora verrà avvisata l’ambasciata nigeriana per decidere se riportare in patria le salme dei due ragazzi che lì hanno ancora dei parenti o se seppellirli in Italia.

Leave a Response