Pamela, per la Procura il responsabile è Oseghale: chiuse le indagini

MACERATA – Per la Procura di Macerata sarebbe stato Innocent Oseghale, nigeriano di 29 anni, a colpire, violentare e uccidere Pamela Mastropietro, la 18 enne romana il cui corpo è stato fatto a pezzi e ritrovato in due valigie a Pollenza.

La Procura maceratese ha infatti chiuso le indagini nei confronti di Oseghale, in carcere a Marino del Tronto (Ascoli Piceno), per l’omicidio della giovane commesso il 30 gennaio scorso in un appartamento di via Spalato a Macerata.

Omicidio volontario aggravato in quanto commesso nell’ambito una violenza sessuale, vilipendio, distruzione, occultamento di cadavere e violenza sessuale ai danni di una persona in condizioni di inferiorità psichica o fisica i reati contestati.

Leave a Response