Il premier Conte ad Arquata: “ricostruzione complessa” – VIDEO

ARQUATA DEL TRONTO – Una mezz’ora in tutto. La visita lampo del presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella zone terremotate di Arquata del Tronto ha raggiunto lo scopo: quello di incontrare da vicino la popolazione colpita dal sisma.

Appena arrivato, dopo un’ora e un quarto di attesa, il premier ha salutato il sindaco Aleandro Petrucci per poi incontrare la stampa: “Volevo che la prima uscita coincidesse con un gesto di attenzione verso queste persone. Volevo parlare con loro e rendermi conto di persona della situazione”. Quindi l’incontro veloce con il presidente delle Marche Luca Ceriscioli e i tanti primi cittadini del cratere presente, poi il giro tra le casette, fra applausi e strette di mano.

Breve colloquio con gli operai della Whirlpool di Comunanza, per la vertenza aperta sul loro stabilimento.

Whirlpool Comunanza: "chiediamo impegno del Governo"

Ad Arquata del Tronto, ad accogliere il premier Conte, anche un presidio di lavoratori della Whirlpool di Comunanza, la multinazionale che ha annunciato un piano industriale che comporta 131 esuberi.

Publiée par ÈTv Marche sur lundi 11 juin 2018

Infine, un colloquio con il commissario De Micheli e il vescovo D’Ercole nella chiesetta del villaggio prima di partire in direzione Pescara del Tronto. Qui, dove aveva chiesto riservatezza, è rimasto con il sindaco Petrucci, ha deposto una corona di fiori al Monumento per le vittime dove si è raccolto in preghiera.

“Non ho affermazioni altisonanti da fare, non faccio promesse mirabolanti, io sono qui per un gesto di attenzione doveroso, un gesto di solidarietà nei confronti di persone che hanno sofferto tanto e i territori letteralmente distrutti”, ha dichiarato Conte.

Leave a Response