Ussita verso le elezioni, si presenta “Ussita comunità in cammino”

USSITA – In vista delle elezioni amministrative a Ussita, uno dei comuni dell’Appennino più colpiti dal terremoto si presenta lista “Ussita comunità in cammino”.
“L’obiettivo che si prefigge è quello di costruire la comunità, per ricostruire Ussita, con la
partecipazione di tutti – si legge nella nota- Partecipazione significa non solo che ognuno sarà informato, avrà spazi per dire la sua opinione e prenderemo decisioni condivise sul futuro della nostra valle ma, soprattutto, che la nuova nascita di Ussita può avvenire e rappresentare un’opportunità se ognuno collaborerà.

I candidati sono:
Vincenzo Marini Marini, candidato Sindaco – Sandro Arcangeli Conti, Sante Basilli,
Fabiana Calvà, Remo Conti, Claudia Ercoli, Noemi Orazi, Michela Paris, Alessandro
Patrizi, Otello Petrelli, Luca Tombesi.

“La spinta ideologica è quella di lavorare per tentare, con grande fatica e con molta difficoltà, di trasformare un drammatico problema in una opportunità” – dichiara il capolista Vincenzo Marini Marini – “la visione politica invece è quella di far leva sui legami di comunità, intendendo la comunità nella sua accezione più ampia essendo costituita non solo dai residenti ma anche da coloro che vi hanno legami familiari ed ancestrali e da coloro che, avendovi le seconde case di trascorrono buona parte del loro tempo libero e vi dedicano grande passione ed attenzione. Il Comune, piuttosto che amministrare se stesso, deve gestire la comunità ricostruendone e rafforzando i rapporti tra le varie componenti. È dalle persone che può avviarsi una nuova nascita di Ussita, con opportunità più ampie di quelle che vi erano prima del terremoto”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response